De Chirico, Max Ernst, Magritte, Balthus. Uno sguardo nell’invisibile (2010)

Ideata per la mostra ‘De Chirico, Max Ernst, Magritte, Balthus. Uno sguardo nell’invisibile’  (febbraio – luglio 2010), la Valigia Metafisica è stata pensata come passaporto perfetto per un viaggio metaforico tra grandi artisti e importanti movimenti dell’arte del Novecento.

Realizzata in vacchetta color nocciola, è tappezzata di adesivi vintage che alludono ai più significativi viaggi di De Chirico.

Fu proprio durante uno di questi viaggi che l’artista immaginò per la prima volta le sue città spazzate dal vento, le sue figure solitarie e le sue statue che fissano ciecamente lo spazio. Si trovava in Piazza Santa Croce a Firenze, a pochi passi da Palazzo Strozzi e dagli uffici de Il Bisonte.