Arti in Italia oltre il fascismo (2012 - 2013)

Una cartella in vacchetta invecchiata color nocciola che come per magia si trasforma in una tavola da Monopoly è il sorprendente omaggio reso da Il Bisonte alla mostra ‘Anni ’30. Arti in Italia oltre il fascismo’ (settembre 2012 – gennaio 2013).

Al posto di strade e alberghi ci sono Soffici, Carrà, Marino Marini, Sironi, Rosai, Morandi, De Pisis, Fontana, che – proprio negli stessi anni in cui veniva inventato il celebre gioco da tavolo – erano impegnati in una vivacissima sfida artistica che vedeva schierati tutti gli stili e tutte le tendenze, dal classicismo al futurismo, dall’espressionismo all’astrattismo, dall’arte monumentale alla pittura da salotto. Un laboratorio complicato e vitale, aperto alla scena internazionale e capace di generare le linee guida della “via italiana alla modernità”.